mercoledì, dicembre 07, 2005

Le nuove frontiere del file sharing


  1. ci si crea un account e-mail con uno spazio ragguardevole
  2. ci si auto-inviano i files da condividere
  3. si condivide l'accesso all'account.
G2G Share automatizza tutto questo, applicandolo a Gmail.

Il sistema é comodo perché é completamente accessibile tramite browser, permettendo di condividere e scaricare quello che si vuole senza installare nulla sul PC. Inoltre si puó scegliere di non scaricare direttamente i files ma di "depositarli" nel proprio account per un download definitivo in un secondo tempo. Infine, siccome il materiale messo a disposizione non si trova su singoli PC ma su un server remoto, non c'é il problema degli utenti off-fine.

Riassumendo: potete scaricare la roba dall'ufficio e ritirarla quando siete a casa, senza passare dal via e senza che il PC del lavoro mostri segni di attivitá sospette. >:-)

Mi sono iscritto per testare il servizio e devo dire che per funzionare funziona. Tra l'altro mi sembra che molta gente non abbia capito molto bene come usarlo e condivida un sacco di cose che dovrebbero essere personali. Ad esempio se fate una ricerca con "corriculum" ne trovate una marea. Se invece fate una ricerca con "Nonantola (Modena)" trovate altro.

Per ora siamo sotto i 3000 iscritti, ma da come se ne parla prevedo un aumento esponenziale degli accessi, minacce della RIAA, chiusura e trasferimento a Mountain View del 17enne che ha creato il tutto. Non necessariamente in quest'ordine.

2 Commenti:

Anonymous Ez3kiel said...

Per il baldo giovine creatore di g2g non si prevede nessun trasferimento a Mountain View, almeno per il momento.
I file sono condivisi attraverso caselle email, che essendo corrispondenza privata, sono inviolabili e protette dalla privacy. Almeno così dicono.

7/12/05 21:03  
Blogger Ujigeng said...

Mah, secondo me tra un paio di mesi o anche meno quelli di Google si comprano tutto (sito e ideatore).

Ad ogni modo é sempre bello quando l'ideatore della "nuova tecnologia rivoluzionaria" del momento scrive cose come "gli aggiornamenti del sistema sono rimandati alla settimana prossima, perché sono impegnato con la scuola".

8/12/05 08:57  

Posta un commento

<< Due Centesimi